raccolta differenziata.jpg
PERUGIA - Perugia punta a portare al 45% la quota di raccolta di rifiuti differenziati nel 2009. Lo ha detto oggi il vicesindaco e assessore all'Ambiente Nilo Arcudi presentando il progetto didattico ''Scuole riciclone 10+''. L'incontro si e' svolto presso la sala della Vaccara. Il progetto e' promosso dal Comune di Perugia e dalla Gesenu nell'ambito della campagna ''Insieme dal 35% al 45%''. Con questa iniziativa - e' detto in una nota del Comune - si da' avvio al 23/o progetto didattico rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado per la promozione della raccolta differenziata dei rifiuti e di un comportamento consapevole di rispetto per l'ambiente ed il territorio. Quest'anno sono coinvolti 24 Comuni, tre regioni (Umbria, Sicilia e Sardegna) e 190 scuole. Arcudi ha sottolineato che la raccolta differenziata e' ''una scelta di civilta''', che deve andare di pari passo con lo sviluppo sostenibile e con la difesa del territorio. ''Perugia - ha detto ancora - e' una meravigliosa citta' da preservare per figli e nipoti. Comune e Gesenu fanno la propria parte, ma senza la sensibilita' dei cittadini e soprattutto dei ragazzi, che spingono le famiglie alla raccolta differenziata, e delle scuole, non sarebbestato possibile raggiungere gia' da qualche anno la percentuale del 35% di raccolta differenziata. Per il 2009 lanciamo una nuova sfida, contando di arrivare al 45%. Per raggiungere questo obiettivo, inoltre, saranno aumentate le aree dove sara' fatta la raccolta porta a porta''. Il presidente della Gesenu, Graziano Antonielli, ha sottolineato che non sono molte le citta' capoluogo ad aver raggiunto i risultati di Perugia, sottolineando il ruolo decisivo giocato dalle Scuole e dai ragazzi. Condividi